[CS] Tendopoli a Peschiera Borromeo: vogliamo una soluzione adeguata
La questione dei migranti e dei profughi è prima di tutto una catastrofe umanitaria di dimensioni epocali. L’Europa, per la sua scarsa visione politica e per la sua azione frammentata, non ha saputo farsi trovare preparata a questo evento definito prevedibile da tutti gli esperti. I Paesi, come l’Italia, che si trovano ai confini meridionali dell’Europa, si sono dovuti far carico di questa situazione in modo autonomo e improvviso, inventando politiche di accoglienza spesso precarie e a volte indegne di un paese civile. I migranti che sfuggono da guerre, fame e povertà devono affrontare un viaggio che mette in pericolo le loro vite così, sospinti dalla disperazione, finiscono per ritrovarsi vittime delle speculazioni disumane dei trafficanti, delle fasulle accoglienze e della criminalità organizzata.
Quindi la notizia dell’arrivo di 300 migranti nella nostra città non può che preoccuparci, primo per una questione umanitaria visto che verrebbero ospitati in una tendopoli non meglio definita, secondo perché il loro numero, le condizioni di accoglienza e di gestione del loro stato di migranti o di rifugiati potrebbe creare dei problemi di concentrazione, sicurezza e impatto sul territorio. Inoltre la posizione scelta per l’accampamento espone delle criticità anche di tipo logistico e viabilistico.
Date queste premesse aggiungiamo che noi non ci vogliamo sottrarre al nostro compito e alla richiesta di accoglienza, però vogliamo che tutto si svolga in modo sicuro, pianificato e rispettoso di chi dovremo accogliere.
Sosteniamo con fiducia l’azione del Sindaco Caterina Molinari e della sua Giunta che sta cercando una soluzione che permetta di distribuire i potenziali arrivi sul territorio e applaudiamo le recenti dichiarazioni di disponibilità del Prefetto e di alcuni sindaci della zona. Solo la nostra solidarietà tra cittadini italiani, ci permetterà di fornire un’adeguata solidarietà anche ai viaggiatori.
Esprimiamo anche il nostro sostegno al Comitato di cittadini di Bellaria-Robbiano, di cui facciamo nostre le sue preoccupazioni e a cui forniamo il nostro massimo sostegno.
Mentre non possiamo che biasimare il tentativo di speculazione di questa situazione da parta di qualche forza politica che irresponsabilmente fomenta la paura tra i cittadini, permettendo a individui privi del minimo spirito di fratellanza universale di esprimersi nei peggiori modi e manifestare il proprio peggior aspetto. Questo comportamento non darà loro né visibilità né migliori risultati elettorali, ma avvelenerà il clima di convivenza nella nostra città.
In queste situazioni non ci si divide tra buonisti e altro, ma tra speculatori e chi invece vuole risolvere le situazioni senza rinunciare né al proprio ruolo di cittadino, né a quei sentimenti che garantiscono il progresso di una società e che la tengono lontana dalle minacce che stanno insanguinando la nostra Europa.
Peschiera Bene Comune