monici2

Ben tornati a tutti.
Chi mi conosce sa che da ormai diverso tempo ho fatto la scelta, personale, di non attaccare direttamente quello o quell’altro personaggio politico di Peschiera, perché credo di più in una politica diversa dall’urlo o dagli insulti.
Certo è che però qui a Peschiera si fa di tutto perché accada il contrario, e faccio riferimento a diversi episodi sia verbali che di stampa, dove si attaccava per esempio quello che ora è l’ex Sindaco di Peschiera Borromeo.
Ricordo che in un organo di una lista civica, lo aveva definito “pinocchio”, con tanto di disegni, e articoli in questo senso. Per chi volesse approfondire l’organo di stampa era Nota Democratica. Certo, per fortuna il Mondo cambia e a volte cambia in meglio e a volte in peggio, ma cambia. Come dice una legge della fisica, “Nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma”.
EVVIVA, infatti le cose si sono trasformate. L’organo di quella lista civica è diventato l’organo ufficiale del PD e si chiama Voce Democratica, alcune delle persone che anni fa erano state ESPULSE ufficialmente dal PD e che definivano l’ex Sindaco “pinocchio”, sono rientrate nel PD e hanno assunto ruoli importanti all’interno dello stesso partito (e non stiamo parlando ovviamente di secoli fa, ma di anni quantificabili in 7), insomma la politica a Peschiera si muove. Ora, tornando invece all’ex sindaco definito come sopra da quel giornale, anche lui si è modificato. Forse perché nel frattempo ha subito anche una condanna in primo grado. Si perché 80 giorni fa aveva firmato una mozione di sfiducia nei confronti dell’attuale Sindaco e a distanza di “soli” 80 giorni, non solo non ha firmato la nuova sfiducia che è stata ripresentata perché aveva un “vizio di forma”, ma addirittura ha salvato l’attuale Sindaco e di conseguenza l’attuale Giunta. Per dovere di informazione, l’ex Sindaco è in quota a Forza Italia, anzi ne era il capogruppo….ma anche qui le cose cambiano, e non lo è più e ora il capogruppo di FI è Carla Bruschi.
Ora, che Peschiera possa essere un laboratorio di IDEE o di esperimenti politici, va bene, potrebbe essere anche motivo di orgoglio, ma per favore, dateci delle certezze.
Avremo un Sindaco (in quota PD ovviamente), appoggiato da un ex Sindaco in quota FI? Alla faccia del rinnovamento.
Vedremo, la domanda che mi pongo e a cui non so dare risposte almeno per ora, è se dietro a tutto questo, qualcuno sta facendo davvero gli interessi del “Bene comune” o se ci possono essere altre tipologie di interessi che in questo momento non ci è dato a sapere. La cosa che posso dire con assoluta certezza, è chenoi ci siamo e ci saremo, con tutti quelli che vogliono davvero costruire una politica con la “P” maiuscola, dove si possano fare gli interessi del Bene Comune. L’appello vale ancora di più per qualche consigliere che è ancora in quota PD e che è ancora all’interno di quello che è un Consiglio Comunale in trasformazione continua. E la chiamano…TRASFORMAZIONE.

 

Una risposta a A Peschiera la politica si “muove”

  • Marina scrive:

    lucida e puntuale analisi…io prendo le distanze…le situazioni ibride e poco chiare sono lontane dalla mia etica personale
    troppi intellettualmente disonesti…non si va lontano…