Nella notte tra il 25 e 26 Luglio mentre i peschieresi erano in vacanza o fuori casa a godersi una bella serata estiva, in consiglio comunale avveniva qualcosa di incredibile: si approvava una delibera di assestamento del bilancio che prevedeva la ri-allocazione di 476 mila euro di nuove entrate nel bilancio comunale raccolte in soli 6 mesi. Una cifra notevole soprattutto se si considera che non è dovuta a oneri di urbanizzazione, ma in gran parte ad una azione di legalità compiuta dall’ufficio commercio, che ha posto fine a situazioni di illeciti che perduravano da anni fra le attività produttive del nostro territorio. Sicuramente meritoria è l’attenta politica nel recupero delle tasse non pagate, ma ancora più meritoria è stata la scelta di destinare tutti questi proventi al comparto sicurezza e a quello delle manutenzioni. Due settori molto importanti perché rispondono alle quotidiane richieste dei cittadini pescheresi, i quali vogliono un territorio presidiato dalle forze dell’ordine e da una video sorveglianza che rilevi costantemente le irregolarità che si verificano, per assicurare alla giustizia i loro autori. Ecco quindi l’investimento in una centrale operativa della Polizia Locale all’avanguardia, che migliora e potenzia l’attività di controllo e contrasto dei nostri agenti. L’altro comparto su cui si sono riversate queste impreviste risorse è quello manutentivo, indispensabile per mettere in sicurezza edifici pubblici, strade e marciapiedi. Anche per i commercianti ci sono ottime notizie, perché dopo anni di promesse, sono stati recuperati 50mila euro che verranno messi completamente a disposizione per rilanciare il commercio locale e in particolare i negozi di vicinato. Durante lo stesso Consiglio il Presidente delle Farmacie Comunali, interpellato sulla possibilità di investire delle risorse dell’azienda speciale a favore di categorie disagiate della popolazione, ci ha rivelato che anche le nostre farmacie nei primi 6 mesi del 2017 hanno già prodotto un utile di 80mila euro, di cui 15mila verranno utilizzati per progetti sociali elaborati dall’Assessorato ai Servizi Sociali in collaborazione con associazioni locali. Già è una notizia che una municipalizzata faccia utili, ma mai si sarebbe pensato in questa misura, e ancora più sorprendente è che si decida di impegnare una parte così significativa per aiutare le fasce più deboli della nostra popolazione. In una estate calda, torrida e siccitosa, sapere che una oculata gestione delle risorse pubbliche, e un loro cospicuo aumento dovuto ad una amministrazione professionalmente molto preparata e decisa riesce a raggiungere simili risultati, ci permette di credere ancora che l’onestà e la meritocrazia non siano pie illusioni ma realtà possibili.

Luca Sarzi

Loghi

Una risposta a Doppio miracolo economico