Durante lo svolgimento del Consiglio Comunale del 16 maggio scorso abbiamo assistito ad una delle pagine più vergognose e deprecabili della storia politica peschierese. Anziché confrontarsi nel merito delle questioni ed esprimere legittimamente le proprie critiche, si è assistito ad un crescendo di aggressioni verbali da parte di un consigliere di minoranza, sfociato in frasi offensive, denigratorie ed ingiuriose rivolte alla Sindaca e persino in un’aggressione improvvisa rivolta ad una cittadina presente, che ha provocato l’interruzione del Consiglio, l’intervento della Polizia Locale e l’allontanamento del consigliere stesso.
Tutto questo dopo l’installazione delle panchine contro la violenza sulle donne e proprio nel giorno in cui il Presidente del Consiglio Comunale ha aperto la seduta illustrando la scelta di dedicare  una “poltrona occupata” alle vittime di violenza e di femminicidio ed è stata presentata la nascita della rete interistituzionale contro la violenza di genere che coinvolge 14 Comuni, oltre all’adesione al percorso di rassegna dal 25 novembre all’8 marzo, iniziative che dimostrano l’impegno dell’Amministrazione alla diffusione di una cultura del rispetto e della non violenza sulle donne.
Peschiera Bene Comune e Peschiera Riparte manifestano la loro totale solidarietà e vicinanza al Sindaco Caterina Molinari e alla cittadina ingiustamente aggredita da chi, per la carica ricoperta, avrebbe dovuto mantenere un atteggiamento volto al confronto dialettico, anche aspro, ma rispettoso dei ruoli di ciascuno, e condanna fermamente questo ed altri episodi di cui il medesimo consigliere si è reso protagonista, chiedendo che si prendano tutti gli opportuni e dovuti provvedimenti per la tutela del Sindaco, delle Istituzioni rappresentate e dei cittadini tutti, affinché certi episodi non si ripetano mai più.

Peschiera Borromeo, 18 Maggio 2018