L’associazione

simbolo_defLa lista civica Peschiera Bene Comune nasce da un gruppo di cittadini preoccupati per la situazione politica e amministrativa di Peschiera Borromeo. Alcuni di questi avevano alle spalle un impegno in alcuni partiti, chi in Italia dei Valori, chi nel Movimento 5 Stelle, chi in Rifondazione Comunista; altri provenivano da un progetto di salvaguardia del Parco Sud Est Milano che si chiamava, non casualmente, “Parco Sud Bene Comune”. Da un’esigenza ristretta questa idea si è allagata alle persone incontrate coinvolgendo altri cittadini della città e ricevendo il sostegno anche del consigliere Luca Brunet. Le parole d’ordine iniziali, trasparenza, partecipazione, territorio ed etica, hanno agito come catalizzatore attirando diversi cittadini, alcuni dei quali ha chiesto di essere candidati. La lista si propone l’attuazione di una reale trasparenza amministrativa, la creazione di efficaci forme di partecipazione all’amministrazione della città e una radicale impostazione etica che vada oltre i requisiti di legge. Ai componenti della lista verrà richiesta, per esempio, una dichiarazione in cui sostengono che in caso di recepimento di un “avviso di garanzia” procederanno immediatamente alla presentazione delle proprie dimissioni da consiglieri. Il consigliere Luca Brunet benché importante esponente del progetto e personaggio noto nella scena politica peschierese, essendo al suo secondo mandato amministrativo, non verrà candidato nella lista. I cardini del progetto amministrativo, oltre a quelli già citati, saranno la difesa e il rafforzamento dell’impostazione agricola del territorio; il non consumo di suolo e l’estensione dei vincoli del Parco Sud Est Milano; l’attuazione di importanti forme di partecipazione che vadano dall’allargamento delle discussioni di indirizzo politico, fino al bilancio partecipato. Un obiettivo fondamentale è coinvolgere la cittadinanza nella decisione consapevole degli investimenti (e delle spese) che l’amministrazione realizzerà. Lasciamo alla lettura del programma per i dettagli su tutti gli altri importanti argomenti: trasporti, istruzione, viabilità, servizi socio-assistenziali, ecc. Tutti i partecipanti al progetto sono invitati a portare il loro contributo personale al programma e alla sua attuazione, a partecipare alle discussioni oltre il limite delle elezioni, permettendo a questo coordinamento di cittadini di attivare nella nostra città un nuovo modello di amministrazione, di politica e di socialità. Questo è quello che noi chiamiamo “il cambiamento”.