E’ tempo di bilancio e ci si deve fermare per guardare la strada fatta. L’amministrazione guidata da Caterina Molinari ha deciso di tracciare un solco netto con il passato: chiudere un bilancio positivo, aumentando i servizi e senza affidarsi agli oneri di urbanizzazione, ovvero, senza consumare territorio. Basterebbe questo per dire che questa è politica! Ma a ciò si aggiunge il continuo impegno nella manutenzione della città: abbiamo trovato una grande mancanza perpetrata negli anni e la stiamo colmando. Strade, marciapiedi, cimiteri, alberi, parchi, case comunali  stanno tornando ad essere dignitosi e sicuri. Scegliere se costruire nuove infrastrutture per poi lasciarle deperire oppure riparare l’esistente per utilizzarlo al meglio: questa è politica! Costruire una centrale operativa per la sicurezza, installare telecamere sul territorio, migliorare l’illuminazione, portare i Vigili del Fuoco a Peschiera Borromeo: questa è politica! Avere un’azienda delle Farmacie Comunali efficiente e che produce utile, anzi che aprirà un dispensario farmaceutico nella frazione di Linate: questa è politica! L’attivazione di un vero Bilancio Partecipativo: questa è politica!

 

S. Ghilardi
Peschiera Bene Comune

Una risposta a Quando il cambiamento si legge in un bilancio