Nel 2020 tutti noi siamo stati protagonisti di un evento del tutto eccezionale, non ancora risolto e speriamo irripetibile. Gli auguri dello scorso anno sono reperti di una vita diversa, distante anni luce.

Nel 2020 abbiamo imparato parole nuove che non conoscevamo, e abbiamo invertito il senso delle parole positivo e negativo.

Nel 2020 abbiamo dovuto abbandonare i nostri comportamenti più umani e più intimi, un bacio, un abbraccio.

Nel  2020 abbiamo restituito il valore reale e centrale al saluto ” come stai ” ?

Il  2020 ci ha tolto la voglia di fare progetti per il futuro, ci ha rimesso addosso tutte le ansie che pensavamo passate, ci ha resi più cupi e dubbiosi.

Le feste natalizie  solitarie del  2020 ci diano la forza di meditare e di immaginare la fine di un incubo e la felicità di tornare a vivere. L’augurio è quello di ritrovare la serenità che abbiamo perso e il sorriso nascosto da una mascherina si possa svelare senza problemi.