Come liste civiche ci uniamo all’appello dei 97 sindaci, tra cui anche la nostra rappresentante Caterina Molinari, affinché le trattative per l’approvazione del biglietto unico per il trasporto pubblico metropolitano di Milano possano riaprirsi a breve. Viaggiare con i mezzi pubblici riducendo tempi e costi non è solo il desiderio di ogni cittadino, ma la precisa volontà di questa maggioranza.
La Giunta Molinari sta ridisegnando insieme agli altri comuni della provincia di Milano, Lodi e Cremona il Piano di Trasporto Pubblico Locale, per garantire una maggiore rapidità negli spostamenti e facilità nei collegamenti. Componente essenziale di questo progetto è proprio la tariffa unica, cioè la possibilità di viaggiare con un unico biglietto per tutta la tratta richiesta, pur cambiando il mezzo di trasporto.
A questo obiettivo si è contrapposto il Consiglio Regionale Lombardo che ha respinto l’emendamento che stanziava i soldi necessari per raggiungerlo. Come liste ci opponiamo a questa assurda presa di posizione della maggioranza in Regione e manifestiamo il nostro pieno appoggio ai 97 sindaci che hanno espresso il loro disappunto sulla vicenda chiedendo a gran voce che si riaprano a breve le trattative.

Peschiera Riparte
Peschiera Bene Comune

Parte la seconda edizione del Bilancio Partecipativo di Peschiera Borromeo.
Un’occasione unica per partecipare con le proprie idee al miglioramento della città.

Venerdì 11 gennaio all ore 21.00 in  Sala Matteotti verrà presentato il regolamento aggiornato del Bilancio Partecipativo.

BilPart2019

Per il nuovo anno auguri di un felice 2019 ai nostri sostenitori e a tutti i cittadini. Vogliamo augurare un sereno 2019 anche  a tutti quelli che ci giudicano inadatti, incompetenti, incapaci o addirittura dannosi. Gli auguriamo la necessaria serenità per poterci giudicare,   magari con durezza, ma con argomenti reali più vicini ai cittadini e non con toni da fine del mondo paventando catastrofi che puntualmente vengono smentiti.
Auguriamo inoltre a tutti di non arrendersi mai all’indifferenza e di non rinunciare mai all’indignazione.

Buon anno a tutti!

 

simbolo_capodanno

18 Novembre … finalmente domenica.
Il desiderio è quello di trascorrerla sul divano con quel libro sulla resilienza che mi sta coinvolgendo tanto .. forse troppo.
Ma ecco che arriva la telefonata dell’amica e mi invita ad andare ad una mostra a San Giuliano, dice di averla vista già a Milano e che merita davvero
Il corpo protesta, voleva proprio riposare, ma il cuore e lo stomaco sempre in tumulto mi spingono a coinvolgere il marito e ad andare e …. Eccoci qua !
Una sala piena di gente silenziosa ed  intenta ad osservare le  quindici opere affiancate da storie che ne raccontano l’ispirazione.
“Donne a perdere” Piccole storie di ordinaria quotidianità … solo il titolo racchiude tutta la drammaticità del tema. Le tele di Carla Bruschi ispirate dai racconti della giornalista Barbara Sanaldi rappresentano 14 storie di cronaca che non possiamo fingere di ignorare
I racconti sono un vero pugno nello stomaco, dai testi emerge  la paura l’angoscia, si entra nelle viscere delle protagoniste e si ode l’urlo di chi non ha più voce.
Riconosco qualche storia, ne ricordo la notizia di cronaca e mi sconvolge pensare che i riflettori si siano spenti dopo un po’ di attenzione giornalistica.
Forse lo scopo di questa mostra è proprio questo, mantenere accesa la luce su un argomento che ancora suscita vergogna, colpa, imbarazzo , questa mostra è un vero atto di denuncia contro l’indifferenza,.
Ma c’è una quindicesima tela, un messaggio diverso, un messaggio di resilienza. Qualcuna ce la fa, riesce a farsi ascoltare, a denunciare a salvarsi la vita e magari quella dei propri figli.
Carla Bruschi attira la nostra attenzione, presenta la giornalista autrice dei testi, ringrazia i presenti e dà la parola ad un giovane che ha scritto una poesia sul tema. Il ragazzo chiede che questa venga letta dalla donna più importante della sua vita … sua madre.
Toccate le corde …. l’indignazione lascia il posto alla commozione e alle lacrime.
Questa mostra va vista e va vissuta da noi donne e  dagli uomini che ci accompagnano e che insieme a noi vogliono denunciare questo massacro.

F. Batta

 

Panchine Rosse a Peschiera Borromeo

Panchine Rosse a Peschiera Borromeo

Con la delibera di Giunta di fine ottobre è stato approvato di destinare € 120.000 al fondo per l’emergenza abitativa per il 2018.
In continuità con l’intervento dell’anno scorso, questa Amministrazione manifesta fattivamente il proprio sostegno alle famiglie peschieresi che versano in una situazione di disagio economico, tale per cui non riescono a far fronte nemmeno al pagamento dell’affitto. È opportuno ricordare, infatti, che l’abitazione è uno dei diritti universalmente riconosciuti dell’individuo e chi governa il territorio ha il dovere di dare risposte alle legittime istanze della cittadinanza.
L’Amministrazione Molinari, ancora una volta, dimostra di stare dalla parte dei propri cittadini e mette in atto iniziative concrete per rispondere ai loro problemi reali, tant’è che lo stanziamento riservato alla misura straordinaria dell’emergenza abitativa, è stato più che raddoppiato rispetto all’anno scorso (€ 50.000 per il 2017), proprio per venire incontro alle tantissime richieste che erano pervenute e solo parzialmente soddisfatte.
Questi sono fatti, il resto sono chiacchiere.

In un articolo di un quotidiano del Sud Milano, è comparso un articolo che dice che a Melegnano 80 panchine saranno sostituite o riparate, con un impegno economico da parte dell’Amministrazione di 20.000,00 euro (cit. Il Cittadino di Lodi).

A Peschiera Borromeo per chi non lo sapesse, operano ormai da diversi mesi Cittadini volontari che hanno già sistemato ad oggi 150 panchine e altri manufatti della Città con un impegno economico da parte dell’Amministrazione di 0 euro…..si 0 euro.

Hanno investito il loro tempo, le loro capacità e la passione per il Bene Comune, e hanno permesso questo risultato ad oggi.

Soldi che l’Amministrazione può investire in altre attività di crescita della nostra Città.

Esiste un albo dei volontari a cui ci si può iscrivere, contribuendo cosi a migliorare il decoro della Città.

A loro va il GRAZIE di PBC e il GRAZIE di tutti i cittadini di Peschiera Borromeo.